La strada che dal Santuario di San Giovanni sale alla Galleria Rosazza per scendere poi al Santuario di Oropa, la Galleria stessa con annessi ristorante e cappelle sito lungo il percorso furono ideati e costruiti in 7 anni dal 1890 al 1897 grazie al genio creativo, lungimiranza e generosità di Federico Rosazza Pistolet (1813-1899) grande mecenate della Valle Cervo.

L'idea era quella di favorire i traffici e lo spostamento dei pellegrini tra i due Santuari.
Legato alla massoneria e ad ambienti mazziniani ed in generale illuministi Federico Rosazza era mal visto dagli ambienti ecclesiastici e nobili nonostante la sua grande generosità avesse favorito proprio la Chiesa con la costruzione di vari edifici ad essa dedicati (Chiesa e cimitero di Rosazza e molto altro ancora).
L'appartenenza alla massoneria oltre agli interessi all'alchimia e in generale il mondo esoterico, fino ai templari, lo portarono a riempire di simboli legati a quel mondo tutte le opere da lui realizzate chiese e cimiteri compresi. Così in Valle Cervo, e soprattutto nel paese di Rosazza,
 
Galleria compresa, possiamo ritrovare decine di simboli che l'opera di Dan Brown "Il Codice da Vinci" ha reso solo ora conosciuti ai più; come la rosa, la croce uncinata ariana o la stella di David.


Federico Rosazza morì nel 1899 solo due anni dopo la realizzazione della strada della Galleria che fu la sua opera ultima, ma anche la più importante e grandiosa.
La direzione dei lavori artistici dell'opera fu invece del pittore Giuseppe Maffei (1821-1901) nativo di Graglia, grande amico di Federico e costante collaboratore. Si dice fosse dotato di facoltà paranormali e poteri medianici. E' certo il suo grande interesse per lo spiritismo. Molte sue decisioni nel campo artistico furono prese solo dopo aver interpellato il suo "spirito guida".
I numerosi viaggi effettuati in Francia, Germania e Nord Italia lo ispirarono per realizzare quello stile personalissimo immediatamente riconoscibile appena ci si inoltra in alta Valle Cervo e in particolare nel paese di Rosazza.

Il "Ristorante della Galleria di Rosazza" fu inaugurato il 26 Giugno 1898, con un servizio di omnibus da Campiglia Cervo a Oropa e viceversa. Fu subito preso in considerazione e frequentato da comitive di pellegrini e nobili locali, primo fra tutti Federico che ne fu un costante ospite fino alla sua morte.
 

Privacy e cookie - mail: galleriarosazza@yahoo.it tel. 015 88 53 220 - cell. 337.247440